Informazioni

Informazioni generali

Dati relativi al Comune

Biotopo a Frasco

Casa-rifugio valangaria Ristrutturazione del rifugio alpe Costa a Frasco

Nidificazione germano reale

Links

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Informazioni generali

Dati relativi al Comune

Altezza: 885 msm

Popolazione: 107 abitanti

Ufficio postale: CH-6634 Brione Verzasca

 

 

Torna al menu

 

 

 


Biotopo a Frasco


Sabato 20 settembre è stato inaugurato il “pozzo delle rane” che i bambini di Frasco hanno costruito vicino al parco giochi del paese. L’opera è stata promossa dal Comune e dal Patriziato di Frasco per rendere consapevoli i bambini che il mantenimento della biodiversità lo si raggiunge solo con la pulizia e la conservazione del territorio e che l’invasione del bosco compromette questo equilibrio. Infatti i pozzi delle rane sono scomparsi con l’abbandono da parte dell’uomo delle vasche per la macerazione della canapa. Si ringrazia Claudio Bay per aver offerto il materiale necessario alla costruzione. La prossima primavera si porteranno le uova di rana e così inizierà la vita del biotopo.

 

 

Torna al menu

 

Casa-rifugio valangaria Ristrutturazione del rifugio alpe Costa a Frasco

Grazie all'aiuto finanziario della Patenschaft Berggemeinden, Zurigo, il Comune ed il Patriziato di Frasco hanno potuto realizzare i progetti:

casa-rifugio valangaria

ristrutturazione del rifugio alpe Costa a Frasco

Un ringraziamento sentito alla Patenschaft Berggemeinden, Zurigo.

 

 

Torna al menu

 

Nidificazione germano reale

Da diversi anni a Frasco nidificano i germani reali, i quali hanno scelto il nostro Comune per fare famiglia!!! Vi é quindi un ritorno, e questa volta sono in 7 piccoli con la mamma nuotano tranquilli nel fiume in mezzo alla natura incontaminata, e lontano da predatori indesiderati come quelli presenti sul piano: stormi di corvi a caccia di covate.

L'anatide più comune in Ticino è il germano reale. In questa specie il dimorfismo sessuale è molto evidente: il maschio è infatti riconoscibile per un piumaggio molto più variato, in particolare il collo verde, mentre la femmina è di un colore bruno uniforme e il becco è giallastro. 

La specie nidifica regolarmente sugli specchi d`acqua principali, lungo i canali e alcuni fiumi. Il nido si trova di preferenza nei dintorni dell`acqua ma ne sono segnalati anche ad alcuni chilometri di distanza. Principalmente esso è costruito per terra, nell`erba alta o nei canneti, ma non è raro trovarlo su rami bassi di alberi o in cavità. La femmina depone le uova  (da 7 a 16) fra marzo e giugno e le cova per circa 4 settimane. In generale si ha una sola nidificazione e i piccoli alla nascita sono subito in grado di seguire la madre alla ricerca del cibo. La predazione sulle uova e la mortalità giovanile sono assai elevate. 

Oltre agli individui stanziali, talvolta incrociati con specie domestiche, durante l`inverno gli effettivi ticinesi aumentano con l`arrivo di uccelli provenienti dal nord dell'areale di distribuzione.




 

Torna al menu

 

Links

Fondazione Verzasca

GenData - Ricerca genealogica

Ristorante Albergo Campagna

 

Torna al menu